12/11/13

Alla scoperta dell'antica Cora, di una santa di nome Oliva e dei templi di Ercole e dei Dioscuri

Jakob Philipp Hackert (German - The Temple of Hercules in Cori near Velletri - Google Art Project
Jacob Philip Hackert: Il tempio di Ercole a Cori ,1783
Avevamo raggiunto qualche tempo fa la tranquilla cittadina di Cori in provincia di Latina in una delle consuete esplorazioni del fine settimana.Le numerose vestigia antiche presenti nel suo territorio, non passano certo inosservate e svetta ancora, rivolto simbolicamente al mare, un tempio tetrastilo dedicato ad Ercole con colonne in stile dorico italico e un altro in posizione meno privilegiata e mutilo di qualche colonna, costruito in onore dei Dioscuri .
Citiamo ancora il Santuario della Madonna del Soccorso completato nel 1639 e la cui fondazione risulta legata alla tradizione popolare ed alla vicenda della piccola Oliva smarritasi e ritrovata indenne dopo giorni tra i boschi Lepini. Numerose e interessanti sono le chiese da scoprire che riportano a periodi e stili diversi. La più nota è quella dedicata proprio a Santa Oliva eretta presumibilmente, come era uso fare, sullo stesso luogo di un precedente culto pagano, che alcuni studiosi hanno associato con un tempio dedicato a Giano.
Da non perdere il ciclo di affreschi assai vividi che i locali considerano la loro Cappella sistina corese, visibile nell' Oratorio dell'Annunziata e aventi per tema episodi del vecchio e nuovo Testamento.
Troverete nel vostro itinerario anche due raffigurazioni del Giudizio Universale risalenti al XVI secolo con la caratteristica figura di Lucifero affamato di anime dannate , purtroppo parte delle figure sono abrase dal tempo e da alcuni fedeli che poco sopportavano tali raffigurazioni infernali. Un altro Giudizio Universale è visibile anche a Sezze in provincia di Latina, nella Chiesa di Santa Lucia.
Splendide e quasi intatte sono le alte mura in opera poligonale che vi accompagneranno per oltre due km e che collegano gli antichi accessi alla città e non manca neanche un bel ponte romano detto della Catena, risalente al IV sec e per chi fosse interessato alle costruzioni gentilizie, sono numerosi i palazzi nobiliari ancora visibili.
Andare da soli alla scoperta di Cori potrebbe essere un buon proposito per un fine settimana fuori città ma sarà necessario raccogliere le dovute informazioni (vedi in basso) attraverso siti web e canali video come you tube, per scoprire i tanti particolari che potrebbero sfuggire ad una visita casuale o frettolosa che potrebbe farvi ignorare i tanti particolari inglobati ancora oggi nelle costruzioni cittadine.
Se invece non avete altri impegni per domenica 17 novembre , vi suggerisco di contattare l'Associazione Cammino(vedi in basso),che ha organizzato per tale giornata una escursione guidata , alla portata di tutti e della durata di poco più di tre ore e che vi consentirà di scoprire con dovizia di particolari le numerose meraviglie di Cori, il suo antico passato e le antiche storie e leggende legate al territorio.
Per chiudere adeguatamente la vostra escursione, siamo certi che Pino e Costantino sapranno suggerirvi un buon indirizzo dove ripristinare le calorie consumate durante la passeggiata, con adeguato apporto di cibi tipici, carboidrati e proteine, accompagnati da un buon bicchiere di Nero di Cori e dolcetti tradizionali.
In primavera si potrà pensare ad una colazione al sacco includendo nell'escursione anche la selva di Cori per una bella passeggiata tra bei pianori erbosi incontaminati, mentre i meno pigri potranno raggiungere la vetta di Monte della Noce a quota 1212 metri slm.

Escursione guidata del 17-11-2013
Punto di incontro: Cori alto, Piazza Signina ore 9,30
Contatti:Pino 3933133820 ; Costantino 3311137003

Di seguito alcuni link per organizzare in altre date e autonomamente una gita a Cori :
  •  http://www.prolococori.it/monumenti
  • Sito del Museo di Cori e dell'Associazione Arcadia 
  •  Ampie informazioni su Cori in Wikipedia
  • Il sito istituzionale del Comune di Cori
  • Dettagliata descrizione degli itinerari turistici tra mura, chiese e ponti, sul sito Latina da scoprire curato dall'arch. Francesco Tetro.
  • Visita virtuale del complesso di Santa Oliva a Cori
  • Una simpatica guida di Cori con disegni e descrizioni che è stata tradotta in italiano, realizzata da alcuni studenti danesi della Mediaschool di Lyngby e messa on line da Jan Dubdahl e visibile a questo link .  
  • Una mappa dei ristoranti elencati da Tuttocittà e ubicati nell'area di Cori

Questa la mappa di Google che visualizza l'itinerario ideale dal Gra di Roma attraverso la A 1 con uscita a Valmontone e proseguimento per Artena e infine Cori; considerate almeno un'ora di percorso o poco più.
Percorso alternativo da Roma verso Albano e Velletri attraverso la via dei Laghi e poi deviazione verso Cori. 


Visualizzazione ingrandita della mappa

Buon divertimento !

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi un commento o suggerisci un aggiornamento su questo articolo.Per messaggi diretti all'autore usa il guestbook a sinistra nella homepage del blog.